logo I.TER progettazione ecologica del territorio territorio

Idrologia del suolo

“I governi e le autorità amministrative devono pianificare e gestire razionalmente le risorse rappresentate dal suolo”.
(Art. 12 Carta europea del suolo, Consiglio d’Europa, 1972)

Lo studio del comportamento dell’acqua nel suolo è una materia estremamente complessa e di grande importanza. Il suolo svolge un ruolo chiave come fattore determinante nella regolazione dei flussi idrici e dei nutrienti all’interno degli agro-ecosistemi, in interazione con il clima, la coltura e le tecniche colturali.
La conoscenza dei caratteri dei suoli, quali ad esempio profondità, tessitura, materia organica, densità apparente, sono essenziali per determinare le caratteristiche di ritenzione idrica dei suoli. Ciò permette di valutare, ad esempio, la diversa capacità protettiva di differenti tipi di suolo nei confronti delle acque superficiali e profonde, o il rischio di inquinamento e gli interventi da attuare per limitarlo. Conoscere quali sono le variazioni stagionali dell’acqua contenuta nel suolo, consente di adottare procedure agronomiche e tecnologie finalizzate all’uso razionale delle risorse idriche.
Dal 1996 I.TER, in collaborazione con il CER (Canale Emiliano Romagnolo) e i Consorzi di Bonifica dell’Emilia-Romagna, ha realizzato una rete di rilevamento della falda ipodermica, partecipando alla scelta, all'istallazione, alla gestione dei siti e alla elaborazione dei dati. Le misure raccolte, nel corso delle stagioni, sono la base per fornire consigli irrigui adeguati.



Esperienze

 

Curriculum sezione Idrologia del suolo