logo I.TER progettazione ecologica del territorio territorio

VINCAPTER

Iniziativa realizzata nell’ambito del Programma regionale di sviluppo rurale 2014-2020 – Tipo di operazione 16.1.01 – Gruppi operativi del partenariato europeo per l’innovazione: “produttività e sostenibilità dell’agricoltura” – Focus Area 5E – Progetto VINCAPTER
VINCAPTER EFFICACIA DELL'ECOSISTEMA VIGNETO COME SEQUESTRATORE DI CARBONIO: LA CASISTICA DELLE TERRE PIACENTINE

Il suolo svolge importanti funzioni eco-sistemiche e tale capacità, di forte interesse sia nel mondo accademico sia nell'ambito delle azioni della Politica Agricola Comunitaria e delle politiche ambientali internazionali, è fortemente condizionata dalla sostanza organica il cui contenuto può essere gravemente compromesso da fattori quali l’eccessivo sfruttamento del soprassuolo e il ricorso a tecniche di gestione non sostenibili. In parallelo, negli ultimi decenni si è registrata una forte e costante ascesa della concentrazione di gas “serra” anche a causa di un incontrollato aumento di attività antropiche. In tale contesto, le aree agricole e le relative coltivazioni svolgono un ruolo primario, sia per quanto riguarda la funzione del suolo nello “stoccaggio di carbonio”, sia per la capacità che la copertura vegetale ha di fissare CO2 atmosferica sotto forma di biomassa. VinCapTer, progetto triennale ammesso a finanziamento dalla Regione Emilia-Romagna ai fini della Misura 16 del PSR 2014-2020, è finalizzato alla definizione della potenzialità dei vigneti piacentini di stoccare carbonio atmosferico negli organi vegetali della vite, nel cotico erboso e nel suolo, e intende testare pratiche agronomiche non convenzionali di gestione del suolo in diversi ambienti pedologici volte alla promozione del sequestro e conservazione del Carbonio nel settore agricolo.
Gli esiti dell'applicazione delle differenti tecniche di gestione previste dalle azioni proposte saranno quantificati attraverso la valutazione dell'impronta carbonica del “sistema vigneto” certamente non disgiunta da parametri agronomici quali produttività e qualità finale delle uve.
Il GO si è costituito con l'obiettivo di riunire aziende, anche in aree con problemi di sviluppo (aree D), che offrano una casistica variegata di ecosistemi “vigneto” localizzati in ambienti pedologici diversi. La collaborazione fra aziende ed enti di ricerca (UCSC, I.TER e CRPA) è di fondamentale importanza per assicurare una reale ricaduta dei risultati attesi sull'intera filiera vitivinicola. Ciò è alla base di un altro importante obiettivo: la definizione originale di “linee guida di buone pratiche agronomiche per la gestione del suolo” volte a promuovere soluzioni innovative di gestione del suolo vitato con l’obiettivo di aumentare la sostenibilità e la competitività della viticoltura.
 
FONTE FINANZIAMENTO: Psr 2014-2020 REGIONE EMILIA-ROMAGNA Misura 16.1.01 - Gruppi operativi del partenariato europeo per la produttività e la sostenibilità dell'agricoltura

% FINANZIAMENTO: 100% Misura 16 Focus Area 5E - 80% Misura 1
COSTO TOTALE: 199513,58 €
CONTRIBUTO AMMESSO: 199017,58 €

Con il contributo di FEASR:
http://eur-lex.europa.eu/legal-content/IT/TXT/?uri=URISERV:l60032
REGOLAMENTO (UE) N. 1305/2013 DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO
http://eur-lex.europa.eu/legal-content/IT/TXT/?uri=CELEX%3A32013R1305

Data inizio progetto: 01/10/2017; data fine progetto: 30/09/2020

Partner del GOI VINCAPTER:

Partner effettivi:
Università Cattolica del Sacro Cuore (Capofila)
I.Ter Soc. Coop.
Centro Ricerche Produzioni Animali C.R.P.A.
Tenuta Pernice
Azienda Vitivinicola Malvicini Paolo
Az. Agr. La Pagliara s.s.
Az. Vitivinicola "I Salici" di Gazzola Claudio
Tenuta Borri Azienda Agricola di Andrea Pradelli


Approfondimenti