Logo I.TER progettazione ecologica del territorio territorio
Infosuolo

Scopri i nostri approfondimenti sul suolo e le sue varietà, e scarica i materiali e le mappe.

Entra qui per consultare i nostri progetti

EVENTI

IL CARBONIO SOTTO I NOSTRI PIEDI - Conservare e incrementare la sostanza organica nei suoli agricoli

PROGETTO GECO2 Seminario virtuale



Martedì 5 maggio 2020, 9.30-12.30 Seminario virtuale
 
PROGRAMMA
  • 09:30 Saluti
  • 09:40 Presentazione del progetto GECO2 - Vittorio Marletto, ARPAE Simc
  • 10:00 Sistemi colturali e carbonio organico nel suolo: le risposte degli esperimenti di lungo termine (LTE) - Enrico Ceotto,       CREA - Centro di ricerca Agricoltura e Ambiente
  • 10:20 Buone pratiche agricole per il mantenimento/incremento della sostanza organica nei suoli - Paolo Mantovi, Fondazione CRPA Studi Ricerche
  • 10:40 Digestato in agricoltura: la fertilizzazione del suolo da NPK a CNPK – Guido Bezzi, CIB Consorzio Italiano Biogas
  • 11:00 Applicazione di sostanza organica nel frutteto: effetto sul suolo e sullo stato nutrizionale delle piante - Elena Baldi, DISTAL Università di Bologna
  • 11:20 Gruppi Operativi dell’Emilia-Romagna in azione sul monitoraggio del contenuto di sostanza organica nei suoli agricoli - Carla Scotti, I.Ter
  • 11:40 Compost di qualità per combattere la carenza di sostanza organica nei terreni - Giovanni Ferrucci, Enomondo - Gruppo CAVIRO
  • 12:00 Discussione generale
E’ necessario iscriversi inviando una mail ad Antonio Volta (avolta@arpae.it) e Giulia Villani (gvillani@arpae.it). Una volta iscritti, verrà fornito il link al quale collegarsi per assistere al seminario virtuale.


ABSTRACT
"Il carbonio sotto i nostri piedi. Conservare e incrementare la sostanza organica nei suoli agricoli"
Un seminario divulgativo organizzato da Arpae e Legacoop Romagna nell’ambito del progetto Interreg Italia-Croazia GECO2 (www.italy-croatia.eu/geco2).
La giornata formativa si propone di individuare buone pratiche finalizzate alla conservazione e all’incremento della sostanza organica nei suoli agricoli, portando esperienze dei sistemi agricoli dell’Emilia-Romagna. Queste pratiche si ricollegano direttamente al tema fondamentale del cambiamento climatico e della sua mitigazione.
Infatti ad agosto 2019, IPCC ha pubblicato un rapporto speciale dal titolo Cambiamento climatico e territorio (Climate Change and Land). Da questo documento emerge che i sistemi agro-forestali e le colture perenni possono ridurre l’erosione e la lisciviazione dei nutrienti e, al contempo, possono contribuire alla mitigazione grazie al carbonio stoccato nel suolo.
Si consideri che il potenziale globale di sequestro del carbonio da parte di colture in copertura applicato al 25% delle superfici agricole mondiali è di circa 440 +/- 110 MtCO2 all’anno, equivalente alle attuali emissioni di gas serra italiane.
I relatori coinvolti sono tutti esperti in materia ed esporranno questa tematica sotto i diversi punti di vista che caratterizzano il loro lavoro scientifico in discipline quali pedologia, agronomia, zootecnia e protezione ambientale.

GECO2_Webinar_SostanzaOrganica-1.pdf

Una risorsa importante: il suolo

“Il suolo è uno dei beni più preziosi dell’umanità. Consente la vita dei vegetali, degli animali e dell’uomo sulla superficie della terra”
(Art. 1, Carta Europea del suolo, Consiglio d’Europa, 1972)

Il suolo è un corpo naturale in continua evoluzione che interagisce con gli interventi umani e con altri fattori ambientali, come il clima, la roccia madre, la morfologia, la vegetazione e il tempo.

Rappresenta una risorsa territoriale essenziale che, oltre a sostenere le produzioni agro-forestali ed essere il supporto delle infrastrutture, regola il ciclo idrico, l’equilibrio ambientale, e può proteggere le acque sotterranee da inquinamenti di tipo diffuso.

Leggi tutto

Il catalogo dei suoli della pianura emiliano-romagnola

Uno strumento indispensabile
a supporto dell’agricoltura e dell’ambiente

Leggi tutto

Mission

“Ciò che accade alla terra, accade anche ai figli della terra”, antico proverbio indiano.

Molti anni “percorsi” nelle Terre, hanno reso evidente ad I.TER il vincolo tra suolo, sviluppo delle risorse locali e qualità della vita. “Prevedere, intervenire, tutelare e valorizzare” sono tre parole chiave per I.TER, sostenute da un metodo rigoroso di lavoro e da un approccio tecnico che attinge da numerose competenze scientifiche-professionali nell’ambito della pedologia.
I.TER intende interpretare le potenzialità di nuovi servizi rispondendo alle esigenze locali con concretezza, creatività e radicamento nel territorio.
I.TER ritiene che la conoscenza del “suolo” sia da estendere anche ad un pubblico di non addetti ai lavori, come fattore chiave nella tutela dell’ambiente e nella consapevolezza del legame di appartenenza che unisce l’uomo al territorio.

Leggi tutto