logo I.TER progettazione ecologica del territorio territorio

EVENTI

Convegno finale Gruppo operativo per l'innovazione PRATI_CO – PARMIGIANO REGGIANO: Agro-tecnica impronta CARBONIO ORGANICO

Mercoledì 18 settembre 2019 – Ore 9:15 Sala convegni del Tecnopolo di Reggio Emilia P.le Europa, 1 – 42124 Reggio Emilia

PROGRAMMA
9:00 Registrazione partecipanti
9:15 Introduce e modera Adelfo Magnavacchi - CRPA S.p.A.
9:30 Intervento di apertura: Simona Caselli - Assessore all'agricoltura della Regione Emilia-Romagna
Saluti istituzionali
Loretta Belelli - Assessore all'ambiente del Comune di Bibbiano
Nicola Bertinelli - Presidente del Consorzio Parmigiano Reggiano
10:00 Il progetto e i risultati ottenuti
Il sequestro di carbonio nei suoli e le linee guida di gestione dei prati
Carla Scotti e Antea De Monte - I.TER
Rilievi floristici, impronte e dinamiche del carbonio organico
Aldo Dal Prà, Roberto Davolio e Laura Valli - CRPA S.p.A.
11:00 Le ricadute sul territorio
L'esperienza delle aziende partner
Pier Antonio Pelosi - Rappresentante partner agricoli PRATI_CO
L'esperienza del Consorzio Bibbiano la Culla
Umberto Beltrami - Presidente del Consorzio Bibbiano la Culla
11:30 I collegamenti con altre unità di ricerca
LANDMARK e PRATI_CO: sinergia tra un GO e un progetto H2020
Francesca Bampa - Wageningen University
Prati stabili: una importante risorsa di biodiversità
Cristina Menta - Università di Parma
12:15 Interventi, discussione, proposte
13:00 Buffet
con apertura spettacolarizzata, a cura di Ugo Scalabrini, di una forma di Parmigiano Reggiano dell'Antica fattoria caseificio Scalabrini
PRATI_CO_Conv_finale_RE_18092019_009_mail.pdf

Convegno finale Gruppo operativo per l'innovazione PRO-VITERRE

Giovedì 19 settembre 2019 – Ore 9.15 Sala Poggioli Regione Emilia-Romagna Viale della Fiera 8 Bologna

PROGRAMMA

9.15 Registrazione partecipanti

09.30 Il Progetto e i risultati

Suoli, sostenibilità e valorizzazione dei paesaggi e dei prodotti vitivinicoli, Carla Scotti, I.TER

 Risposte vegeto-produttive di vigneti lavorati e inerbiti sulla Collina emiliano-romagnola,  Maurizio Zamboni, Università Cattolica del Sacro Cuore

 Confronto tra modelli di gestione del suolo tradizionali e innovativi in vigneto,  Matteo Gatti, Università Cattolica del Sacro Cuore

 11.00 Tavola rotonda: La ricerca a supporto della promozione del territorio vitivinicolo regionale: come, quando e perché?

Introduce e modera Carla Scotti, I.TER

Chiara Azzali Tenuta Pernice Rappresentante partner agricoli PRO-VITERRE

Pierluigi Sciolette Presidente Enoteca Regionale Emilia-Romagna

Marco Profumo Presidente Consorzio di Tutela dei vini dei Colli Piacentini

Giordano Zinzani Presidenze del Consorzio di Tutela dei vini di Romagna

Giulio Balsarin Rappresentante AIS Emilia

12.00 Confronto con i partecipanti

12.20 Intervento conclusivo Mario Montanari Regione Emilia-Romagna

13.00 Chiusura dei lavori

 

 Per una migliore organizzazione è gradita la registrazione al seguente indirizzo: demonte@pedologia.net


PROVITERRE_convegno_finale.pdf

Una risorsa importante: il suolo

“Il suolo è uno dei beni più preziosi dell’umanità. Consente la vita dei vegetali, degli animali e dell’uomo sulla superficie della terra”
(Art. 1, Carta Europea del suolo, Consiglio d’Europa, 1972)

Il suolo è un corpo naturale in continua evoluzione che interagisce con gli interventi umani e con altri fattori ambientali, come il clima, la roccia madre, la morfologia, la vegetazione e il tempo.

Rappresenta una risorsa territoriale essenziale che, oltre a sostenere le produzioni agro-forestali ed essere il supporto delle infrastrutture, regola il ciclo idrico, l’equilibrio ambientale, e può proteggere le acque sotterranee da inquinamenti di tipo diffuso.

Leggi tutto

Infosuolo

Scopri i nostri approfondimenti sul suolo e le sue varietà, e scarica i materiali e le mappe.

Leggi tutto

Il catalogo dei suoli della pianura emiliano-romagnola

Uno strumento indispensabile
a supporto dell’agricoltura e dell’ambiente

Leggi tutto

Mission

“Ciò che accade alla terra, accade anche ai figli della terra”, antico proverbio indiano.

Molti anni “percorsi” nelle Terre, hanno reso evidente ad I.TER il vincolo tra suolo, sviluppo delle risorse locali e qualità della vita. “Prevedere, intervenire, tutelare e valorizzare” sono tre parole chiave per I.TER, sostenute da un metodo rigoroso di lavoro e da un approccio tecnico che attinge da numerose competenze scientifiche-professionali nell’ambito della pedologia.
I.TER intende interpretare le potenzialità di nuovi servizi rispondendo alle esigenze locali con concretezza, creatività e radicamento nel territorio.
I.TER ritiene che la conoscenza del “suolo” sia da estendere anche ad un pubblico di non addetti ai lavori, come fattore chiave nella tutela dell’ambiente e nella consapevolezza del legame di appartenenza che unisce l’uomo al territorio.

Leggi tutto